I rischi da stress lavoro-correlato nella scuola – Metodo operativo completo di valutazione e gestione

CEO at S&L srl salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
Da oltre 25 anni lavora nell'ambito della formazione, consulenza e gestione della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro.
Mario Padroni
stress scuola

A seguito di alcune richieste a noi pervenute da Insegnati e Dirigenti  Scolastici inseriamo nel nostro sito, il Manuale del metodo operativo e i relativi allegati per la valutazione dello Stress Lavoro Correlato in ambito scolastico. Questo metodo specifico metodo di valutazione è stato realizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto in collaborazione con il Gruppo regionale SPISAL sullo stress lavoro-correlato.

I rischi che originano dalle situazioni stressanti in ambito lavorativo fanno parte della più ampia categoria dei rischi di natura ergonomica e, per il tipo di conseguenze cui possono portare, vengono classificati all’interno dei rischi psicosociali. Rispetto alle problematiche dello stress, la letteratura e la normativa (europea e nazionale) concordano nel dare un’importanza determinante all’ambiente di lavoro e, ancor più, all’organizzazione del lavoro e al suo contenuto specifico. La valutazione dei rischi SL-C è obbligatoria anche per le scuole, così come è obbligatorio, nei casi in cui si dimostri necessario, adottare specifiche ed adeguate misure di prevenzione, cioè mettere in atto tutte quelle azioni che possono migliorare l’organizzazione del lavoro e che afferiscono principalmente al ruolo del dirigente scolastico. (Fonte SPISAL aulss 9 . Verona).

Scarica manuale                                                                              Scarica Allegati

Piano di emergenza e evacuazione: il ruolo dell’Ente Proprietario

CEO at S&L srl salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
Da oltre 25 anni lavora nell'ambito della formazione, consulenza e gestione della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro.
Mario Padroni

Per ciascun edificio scolastico il piano di emergenza e evacuazione è un documento essenziale per la corretta gestione delle emergenze. Importanti informazioni, necessarie alla sua corretta stesura, possono e debbono essere fornite dall’Ente Proprietario, quali ad esempio  il massimo affollamento per piano e dell’intero edificio, le stesse planimetrie aggiornate e depositate al comando provinciale dei Vigili del Fuoco (riportanti idranti, naspi, estintori, pulsanti di allarme, sgancio corrente, uscite di sicurezza approvate, eventuali punti calmi, destinazione d’uso dei locali, ecc..), per l’ottenimento della certificazione antincendio, la procedura per il funzionamento dell’allarme antincendio e EVAC (se presente). In pratica tutte le informazioni riportate nella relazione tecnica redatta dal Tecnico incaricato dall’Ente proprietario per l’adeguamento  e l’ottenimento della conseguente certificazione antincendio.

In alcuni casi sono informazioni che giungono al Dirigente Scolastico in maniera incompleta o frammentata, ciò dovuto anche alla difficoltà di trovare un risconto  in qualche articolo di legge che definisca quali siano le informazioni che debbono essere fornite dall’Ente Proprietario dell’immobile al Datore di lavoro dell’attività lavorativa “ospita” all’interno dello stesso edificio.

Leggi tutto “Piano di emergenza e evacuazione: il ruolo dell’Ente Proprietario”